Dove mi trovi
via Pietro Castellino 1
Chiamami
+ (39) 3398392817
Scrivimi
info@fisioterapiavomero.com

LA SINDROME DEL TUNNEL CARPALE – cause, sintomi e trattamento

 

 

La Sindrome del Tunnel Carpale è causata dalla compressione del Nervo Mediano lungo il suo decorso che va dall’avambraccio alla mano, e precisamente sul lato palmare dove fornisce la sensibilità al pollice, indice, medio, e una parte di anulare, oltre a dare impulsi diretti verso alcuni muscoli della mano che fanno muovere il pollice e le dita.

Il gonfiore e l’ingrossamento dei tendini all’interno del tunnel carpale a livello del polso, provocano un restringimento dello spazio e la compressione del Nervo Mediano dando luogo a sintomi come intorpidimento, debolezza e formicolio sul lato della mano vicino al pollice.

Le cause della Sindrome del Tunnel Carpale sono dovute ad una molteplicità di fattori che aumentano la componente infiammatoria e la sofferenza del nervo.

Alcune delle condizioni più frequenti sono :  – diabete  ;  – ipotiroidismo  ;   -ritenzione idrica in gravidanza;  – menopausa  ;   -ipertensione ;  – artrite reumatoide;  – fratture e traumi al polso

Anche il ripetere in modo continuativo alcuni movimenti del polso contribuisce alla compressione e al gonfiore del Nervo Mediano, come ad esempio :

  • posizionare in modo scorretto i polsi mentre si utilizza la tastiera o il mouse del computer
  • l’esposizione prolungata alle vibrazioni derivanti dall’uso di utensili manuali o elettrici
  • qualsiasi movimento ripetuto che estende eccessivamente il polso come suonare il piano o digitare su dei tasti.

 

La Sindrome del Tunnel Carpale colpisce di più le donne e viene diagnosticata maggiormente tra i 30 e i 60 anni.

I sintomi si manifestano lungo il percorso del nervo e sono :

  • intorpidimento, formicolio , dolore al pollice e alle prime tre dita della mano
  • dolore e bruciore che sale lungo il braccio
  • dolore al polso durante la notte che interferisce con il sonno
  • debolezza nei muscoli della mano

La diagnosi è importante per evitare danni permanenti al Nervo Mediano, va fatto un esame fisico del polso per quanto concerne la dolorabilità , il gonfiore e il colore, poi si va a testare la sensibilità delle dita e la forza dei muscoli della mano.

Inoltre, molto importanti sono gli studi sulla conduzione nervosa per misurare la velocità di conduzione degli impulsi nervosi, se questa è più lenta a livello del decorso del nervo, è probabile che sia dovuta alla Sindrome.

Con l’elettromiografia , invece, si va ad indagare sulla gravità del danno nervoso.

TRATTAMENTO :  tra i trattamenti non chirurgici ci sono i farmaci antinfiammatori Fans per alleviare il dolore e il gonfiore , le infiltrazioni di corticosteroidi ( tranne nel caso di diabete ) per alleviare la compressione del Nervo Mediano e dare un sollievo immediato e temporaneo a coloro che accusano sintomi di lieve entità e l’utilizzo di un tutore da utilizzare soprattutto di notte per tenere in scarico le dita.

Un trattamento fisioterapico mirato è in grado di essere risolutivo nei confronti dei disturbi tipici della Sindrome , come la Terapia Neurodinamica  che attraverso le tecniche di Tensionamento e Scivolamento è in grado di ridare ossigeno al nervo attraverso la sua mobilizzazione , tanto che dopo poche sedute il dolore, i formicolii e la sensazione di gonfiore  si riducono.

Il Trattamento precoce della Sindrome del Tunnel Carpale porta un miglioramento a lungo termine e aiuta ad eliminare i sintomi

Per info e prenotazioni Dottoressa Bruna Palmieri  339/8392817

 

dav

POSTURA E CELLULITE

                                                                                                                  Una postura scorretta può essere causa  di problematiche alla colonna vertebrale come il mal di schiena, e anche causa di inestetismi cutanei come la cellulite che è un’infiammazione del derma.
Il fatto di mantenere per molto tempo una cattiva postura, implica delle asimmetrie a livello muscolare e articolare, alterando anche il microcircolo venoso con conseguente stasi linfatica e ritenzione idrica.
Un eccesso di sedentarietà, come lo stare troppo tempo seduti dietro ad una scrivania, fa contrarre in modo sbagliato i muscoli dorsali, alterando la fisiologia delle curve e l’assetto posturale.
– Quali posizioni possono essere facilitanti la cellulite?
– sedersi con le gambe accavallate o con il bacino che scivola in avanti
-portare i tacchi troppo alti accentua la lordosi lombare e contribuisce allo squilibrio posturale.
Il ruolo della fisioterapia riveste la sua importanza nel riequilibrare  la postura mediante gli esercizi di Pilates Fisioterapico.   Inoltre, risulta molto efficace nella sua azione sul derma, la Tecar  nel ridurre lo stato infiammatorio tipico della cellulite.
La Tecar è una radiofrequenza che agisce a livelli profondi del derma con frequenze che vanno dai 500 a 1000khz a seconda del tipo di cellulite da trattare.  Infatti, ogni tipo di manifestazione clinica della cellulite varia  a seconda che sia un’alterazione del microcircolo, un aumento dell’edema o una fibrosi.
Pertanto, durante il trattamento non è possibile utilizzare lo stesso protocollo, lo stesso tipo di elettrodo, la stessa intensità, frequenza e tempo di trattamento.
Se credi di avere tali problematiche puoi prenotare una valutazione per studiare insieme il tuo  percorso terapeutico
Dottoressa Bruna Palmieri  339/8392817                                                                                                                                                                                                                                                                                                              

CONSIGLI  PER  MANTENERE LA POSTURA CORRETTA DURANTE LA POSIZIONE SEDUTA IN UFFICIO E PREVENIRE I DISTURBI DELLA COLONNA VERTEBRALE

L’attività lavorativa costringe la maggior parte delle persone a mantenere la posizione seduta per  molte ore durante la giornata, e l’utilizzo di dispositivi tecnologici come computer e smartphone, va ad incidere ancora di più sulla salute e la qualità di vita.  Pertanto, quello che si può  cominciare  a fare è sedersi in modo corretto e mantenere una buona postura.

QUAL è LA POSIZIONE CORRETTA PER SEDERSI?

Leggi

LA  TECARTERAPIA COME TRATTAMENTO DELLE PATOLOGIE MUSCOLO SCHELETRICHE E POST TRAUMATICHE

La TECARTERAPIA ( Trasferimento Energetico Capacitivo e Resistivo )  ha un effetto biostimolante sui tessuti, stimolando i naturali processi di riparazione dell’organismo. Essa produce una forma di calore endogeno , andando in profondità all’interno del tessuto muscolare , provocando un aumento della microcircolazione e attivando i processi antinfiammatori.

Tutto ciò , comporterà una riduzione del dolore , riducendo cosi i tempi di guarigione.

Leggi

ESERCIZI DI PILATES FISIOTERAPICO CON LA PALLA SVIZZERA (SWISS BALL)

Alcuni fisioterapisti in Svizzera utilizzarono la Swiss Ball negli anni ’60 per aiutare i bambini con paralisi
cerebrale infantile a migliorare l’equilibrio, i riflessi e la forza. In seguito, l’utilizzo della palla Svizzera è
diventato molto popolare in tutto il mondo a partire dagli anni ’80, per cui la troviamo in molte palestre,
centri di riabilitazione e studi di Pilates.

PERCHE’ UTILIZZARE LA SWISS BALL?

Leggi

Esercizi di Pilates Fisioterapico per problemi di cervicalgia e dorsalgia

Gli esercizi di Pilates Fisioterapico possono essere utili per risolvere i problemi legati ad un atteggiamento
posturale scorretto, come il dorso curvo o la scoliosi.
La cattiva postura e un’alterata biomeccanica della spalla, possono essere causa di dolore cronico a
livello delle articolazioni cervicale e scapolo omerale, in questo caso l’intervento del Pilates Fisioterapico
può essere provvidenziale.

Leggi

pilates fisioterapico per il trattamento della lombalgia

IL PILATES FISIOTERAPICO PER IL TRATTAMENTO DELLA LOMBALGIA

Le persone affette da frequenti mal di schiena, possono avere una debolezza del muscolo TRASVERSO DELL’ADDOME, e questo equivale ad una mancanza di supporto e stabilità della colonna vertebrale durante le attività quotidiane come piegarsi in avanti, portare dei pesi o alzarsi dalla posizione sdraiata.

Leggi

Sindrome del piriforme e sciatica

Il piriforme è un piccolo muscolo situato in profondità nella zona glutea, precisamente dietro il grande gluteo ed è attraversato verticalmente dal nervo sciatico. Quando il muscolo piriforme si infiamma è causa di spasmi dolorosi a livello dei glutei e può irritare anche il vicino nervo sciatico causando intorpidimento, dolore e formicolio lungo la parte posteriore della gamba e del piede.

Leggi

IL PILATES FISIOTERAPICO COME TRATTAMENTO DI ELEZIONE PER RIDURRE LA FREQUENZA DEGLI EPISODI DI MAL DI SCHIENA

La ricerca suggerisce che l’80-90% della popolazione adulta ha avuto almeno un episodio di mal di schiena durante la sua vita. Come parte del trattamento fisioterapico, gli esercizi di Pilates terapeutico possono migliorare ed eliminare il mal di schiena.

Che cos’è il Pilates Fisioterapico? E’ un tipo di ginnastica che allunga tutti i principali gruppi muscolari del corpo in modo equilibrato, migliora la flessibilità, la forza, l’equilibrio e la consapevolezza della propria postura.

Leggi

× Scrivimi su Whatsapp